mercoledì 29 agosto 2007

ON THE ROAD


Martedì 28 agosto:Serata insolita,dovevo andare ad una specie di incontro,per una sfilata-ebbene si,oggi ho una sfilata a Padova!-così ho chiesto a Jessica se mi accompagnava.Alle 7 sono andata a prenderla,a bordo della mia inseparabile PANDA,lei per fortuna ha pensato ai viveri!Non c'era molto,ma la partenza era ottima:radio,cosmopolitan(per fare i test!),navigatore(credo che nessuno abbia mai messo le parole"navigatore"e"panda"nella stessa frase!),tarallini,acqua,bomboletta di lacca spray da borsetta(non si sa mai,in giro c'è un sacco di malviventi)e camel light!Jack Kerouac avrebbe potuto scrivere un best seller su di noi...ma conoscendomi avrei dovuto sapere che qualcosa sarebbe andato storto;arrivate in centro a Padova,è iniziato un diluvio incredibile,il navigatore,dopo essere stato acceso senza proferir parola,si è scaricato,perciò ad ogni semaforo chiedevamo al vicino di macchina qualche informazione(ovviamente jessica stava all'erta con la lacca pronta all'uso),e la chicca durante il tragitto è stata una casa a Correzzola a forma di barca,davvero incredibile!Alla fine,in qualche modo siamo arrivate,la lacca spray per fortuna non è servita e stasera si terrà questa famigerata sfilata a Saletto Di Vigodarzere.

2 settembre:pronta alla partenza,la lacca sempre in borsa,le scarpe da donna disponibile pronte per essere indossate e la mamma-manager che mi accompagnerà nel padovano...sperando che fili tutto liscio-ciò comprende:1) che non mi si rompa un tacco in passerella, 2)possibilmente non inciampare,3) non rimanere col culo scoperto a causa di una mutandina difettosa,4) non ricevere proposte indecenti da qualche addetto ai lavori allupato-,vi saluto,auguratemi buona fortuna e se torno sana e salva vi farò il resoconto!

POST-ILLA


Nel post di ieri ho scordato una figura importante e degna di nota,perciò mi sembrava doveroso fare una piccola-non tanto!-integrazione;si tratta della finta amica,insidioso personaggio che spesso popola una forsennata giornata di shopping durante i saldi.La trovi in un negozio,spluciate negli espositori l'una vicina all'altra e vi scambiate qualche complice sorriso di intendimento;in realtà vuole quello che tu hai in mano:l'ultimo vestito taglia 42!.Ebbene l'ho incontrata,ma io ormai le so riconoscere,e non elargisco sorrisini complici al nemico;provo l'ultima taglia di un vestitino grigio,carinissimo,esco dal camerino,la commessa e mia mamma commentano come mi sta,e una tipa-mai vista,mai nemmeno incrociato il suo sguardo-fa una specie di smorfia e dice:"mmpfh...secondo me ti è un po'stretto...".La sua invidia era quasi palpabile,quella stronza voleva il MIO vestito!!!Ma con quale coraggio,io mi chiedo,questa si permette di fare osservazioni col malcelato scopo di rubarmi il vestito???!Il primo istinto è stato quello di strapparle le unghie e metterle le dita nel sale,ma siccome non avevo del sale con me,ho optato per una vendetta più sottile:ho comprato il vestito!Ovviamente non l'ho fatto perchè lo voleva lei,non sono mica pazza,ma il piacere che ho provato quando l'ho acquistato era doppio,da una parte un vestito adorabile in saldo,e dall'altra lo squisito godimento di avere quello che lei aveva provato a fo**ermi con l'inganno!...Valà stronsa,a gò caro bruta fraresa!

lunedì 27 agosto 2007

I LOVE SHOPPING CON MIA MAMMA


Questa mattina,dopo l'ennesima notte con 3 ore di sonno,io e mia mamma siamo partite per una delle nostre giornate di shopping compulsivo a Ferrara;appena sbarcate al mercato,ci soffermiamo in una bancherella che vendeva pronto moda,ma due corpulente ragazze ci impediscono di spulciare nel mucchio di vestiti con la loro imponenza e il loro agitare le braccia possenti piene di micro-top e gonnelline!A stento ci siamo infilate,inizio a rovistare ma vengo interrotta da una voce baritonale che dice"questo è poco scollato"mi giro,incuriosita dal timbro assai inconsueto per una donna e scopro che le due vichinghe con stazza da muratore sono due trans!Non bastavano le donne con cui contendersi i vestiti al banco del"TUTTO A 10 €",non bastava il fatto che il numero di donne al mondo sia superiore a quello degli uomini di 7 volte,non bastava il fatto che le 15enni siano delle mini 20enni che si vestono come noi,ora ci sono anche i trans!Intendiamoci,niente contro i/le trans,anzi,ma andare al mercato ormai è una specie di lotta corpo a corpo;per riuscire ad aprirti un varco e tuffarti nell'ambitissima bancherella devi schivare le nonnette che,con i loro ombrelli/fiori/borse/bici intralciano la strada,dribblare i gruppi di 15enni schierate a manina,fare i conti con altre 20 donne che vogliono quello che vuoi tu,e quando credi che la lotta sia finita,ti si para davanti un muro di rugbisti in tacchi e gonnella,e al 90% l'ultimo top optical che avevi addocchiato da lontano è stretto tra le mani di una morona di 1mt e 90-non sono io!!!-con polpacci da centravanti e tette assurde!Alla fine però,la fatica viene ripagata,in qualche modo,dopo anni di esperienza,riesco a mettere mano su qualcosa che mi soddisfa,e poi vista la vergognosa posizione dell'italia nella classifica delle quote rosa(48esima,dopo l'Uzbekistan),almeno al mercato c'è davvero posto per tutte!La mamma ed io dopo il mercato,una pizza fumante,e un tour de force per negozi,ce ne torniamo a casa,io soddisfatta,la mamma un po'meno,ma comunque felici.Bottino collettivo:due vestiti,una parure di perle,una shopping bag,una maglia,una vestaglia e una guida turistica(non in carne ed ossa ovviamente)...I LOVE SHOPPING CON MIA MAMMA!

venerdì 24 agosto 2007

CROCS MAMMOTH,LOVEorHATE


Non bastavano quelle estive,orribili,di ogni colore possibile e improponibili su tutto,ora anche la versione invernale,con pelliccia sintetica...Anche se devo ammettere che mi lascio facilmente conquistare dal"rosa fatina" e potrei quasi dire che sono carine...NO!!!Non devo,il rosa per me funziona da specchietto per le allodole!!!Devo rimanere lucida...ma con i jeans a sigaretta e il mio cappottino rosa...forse...basta,dovrò andare in pellegrinaggio da qualche guru della moda,mi si è intorpidito il senso estetico,ho smarrito la retta via!Ma sarà un lungo viaggio,avrò bisogno di scarpe comode con plantari sagomati,forse le crocs...

mercoledì 22 agosto 2007

TELETUBBIES:AMICI DEI BAMBINI O ESSERI SESSUALMENTE DEVIATI?

Ho sempre nutrito una gran simpatia per i Teletubbies,forse perchè sono colorati,vagamente umani e parlano con leggerezza dell'omosessualità-Tinky Winky indossa fiero una borsetta rossa-!Molte persone di mia conoscenza mi hanno sempre confessato di avvertire qualcosa di inquietante in loro;forse in quegli occhi da bambole assassine,o in quegli immensi prati verdi in cui spaventevoli conigli spuntano da ogni angolo(chi ha visto Donnie Darko sa a cosa mi riferisco!),o ancora in quel sole,con una terribile faccia di bambino ridente che muove gli occhi a destra e a sinistra,ma non ci ho mai dato peso,li ho sempre difesi da chi li riteneva,brutti,di cattivo gusto e terrificanti.L'altro giorno mi sono messa a spulciare la rete,decisa a capire perchè questi simpatici esserini vengano denigrati da molte persone;esistono video,articoli,addirittura un gioco il cui scopo è ammazzarli tutti,e a questo punto ho constatato che vi sono due schieramenti pro e contro i teletubbies.

Nel corso delle mie ricerche-hahaha!ho sempre desiderato poterlo dire!-ho scoperto che in Polonia,i Teletubbies sono stati minacciati di censura perchè accusati di propaganda omosessuale;il povero Tinky Winky è stato preso di mira dalla signora Ewa Sowinska,responsabile nazionale dei diritti dei bambini,che ha dichiarato che oltre ad essere viola,colore del gay pride,e ad avere sulla testa un'antenna triangolare simbolo,guarda caso,del gay pride,indossa una borsetta da donna non proprio adatta ad un uomo come lui! Sono stupita da tanta omofobia,delusa dal fatto che una persona che dovrebbe salvaguardare i diritti dei bambini,se la prenda con un pupazzo,invece che occuparsi di problemi reali.E la cosa triste è che a scatenare l'accusa non è stato qualcosa di sessualmente deviante o inadatto ai minori,è stata una borsetta,a minare i valori di virilità ed eterosessualità che Tinky Winky dovrebbe trasmettere,perchè è a questo che servono i Teletubbies!Ora è tutto più chiaro,i poveri teletubbies sono passati da promotori di uguaglianza,parità di diritti,amore incondizionato e libertà di scelta,a capro espiatorio di una società sempre più omofoba,intollerante e decisa a ghettizzare ancor più certi atteggiamenti o scelte stilistiche come comportamenti omosessuali.

Questo è uno dei video che circolano su YouTube,ho deciso di metterlo con ironia,e perchè inizialmente l'avevo scelto perchè la mia ricerca aveva un carattere diverso,molto meno serio.Ovviamente è un video amatoriale,i veri teletubbies non farebbero mai una cosa del genere...almeno in pubblico!

giovedì 16 agosto 2007

SONO UNA DONNA MUTANTE...O MUTANDE?


Ad un gran ferragosto,segue con esattezza quasi scientifica una giornata di fiacca,se non di più...questo,almeno,vale per me.Come volevasi dimostrare oggi mi sono alzata alle 16,ma non è su questo che vorrei incentrare questo post.
Sono stata svegliata con la notizia,e conseguente commissione,che sarebbe venuto il Biondo-grande amico di mio fratello,nonchè membro dei cool kids can't die- a prendere un pallone.
Ero sola,sveglia da 5 minuti,il campanello suona ed è il Biondo,vado ad aprire in mutande e canottiera,lui ride vedendo l'abbigliamento e le pieghe del cuscino sul mio viso.Non so quante volte,scesa dal letto-chiaramente in mutande-ho trovato persone note o sconosciute con facce stupite e divertite;l'elenco è lungo:amici miei,di mio fratello,di famiglia,parenti,postini,fattorini,testimoni di geova,agenti immobiliari,muratori,operai,spurgatori di pozzi neri...
E pagherei per avere una foto che immortala il momento,l'espressione dipinta sulle loro facce!La mia vicina 65enne impallidisce ogni volta che mi vede rincasare alle sei di mattina,sgrana gli occhi ogni volta che mi vede in mutande sul terrazzo,e mi fa troppo ridere!
A riguardo ho la mia teoria:sono nella mia proprietà,che sia in giardino o in casa,perchè non posso girare in deshabillè?E se qualcuno ha qualche problema che si volti dall'altra parte!!!Se lei si aggira inquietante al confine tra casa mia e sua,con quella vestaglia orribile,quello sguardo torvo e contrariato e quella ridicola pettinatura da muffin tanto meglio io posso stare sul terrazzo in mutande!

mercoledì 15 agosto 2007

FERRAGOSTO DA LEONI...


La notte a cavallo tra il 14 ed il 15 agosto è,dalle nostre parti,un evento.Centinaia di ragazzi si organizzano e si riversano in feste,locali in spiaggia,falò in riva al mare.Di notti di ferragosto memorabili nella mia vita ne ho avuta qualcuna,e quella di ieri-oggi si aggiunge alla lista.Silvia ed io siamo partite da casa a mezzanotte circa,armate di asciugamani,costume,sacco a pelo,vino,birra,patatine,haribo e quant'altro può servire ad una gentildonna per passare una notte fuori casa senza farsi mancare nulla!Siamo andate a prendere Elisa che smontava dal lavoro,e siamo andate al RossoDaSera:birra,rock'n roll,limbo e collane hawaiane!Alle 3.30 sono arrivati anche Ari e Nico e dopo un'ultima bevuta siamo andati in spiaggia.Stesi gli asciugamani Silvia ed io abbiamo avuto la brillante idea di provare a giocare a racchettoni al buio...dopo svariati tentativi abbiamo abbandonato l'idea in favore di un bel bagno...era tantissimo che non facevo un bagno di notte,una sensazione bellissima.Dopo aver mangiato le patatine e brindato con una bottiglia di Bonarda,finalmente l'alba,come sempre incantevole,a sorprendere i nostri occhi stanchi ma ancora felici dopo una notte di festeggiamenti.Il sole che si rifletteva rosso,incandescente e pieno di vita sul mare leggermente increspato,la gente che passeggiava sulla riva,e noi ancora un po' brilli a giocare a racchettoni,a frisbee,e poi in acqua,di nuovo...Alle 8.30 colazione a casa di Ari,il povero Nico iniziava il turno alle 9 senza aver dormito,dopo una rovente pasta alla cioccolata,le ultime chiacchiere e qualche sigaretta di troppo,Silvia mi ha riportato a casa-n.d.r.lei poi,siccome è pazza,è tornata in spiaggia!-.Erano le 10,ho fatto una doccia per lavare via gli ultimi segni della nottata trascorsa,come la sabbia che avevo ovunque,il trucco,e poi finalmente a letto,mi sono addormentata subito,cullata dall'eco di questa serata memorabile...

sabato 11 agosto 2007

ALL WE NEED...IS"BEPI CIUCIARO"


Ieri sera la mia adorata sorellina-cuginetta,mi ha portato un souvenir dalla rinomatissima(hahaha!!!) fiera di Donada,un sacchettino di mandorle pralinate.Quando l'ho aperto un profumo dolcissimo e inconfondibile si è fatto strada fino al mio cervello,e per un attimo sono tornata bambina.


Sono tanti,se ci penso,gli odori e i profumi che mi riportano all'infanzia,e quello che adoro,è che ovunque io sia,questi profumi mi riportano subito alle persone care,a casa mia,a ricordi lontani...A volte portano in sè l'eco di eventi spiacevoli o dolorosi,altre volte bellissimi,la cosa sorprendente comunque è sentire il legame inscindibile che hanno creato tra noi ed altre persone,altre situazioni,è una cosa che amo a prescindere dalla reazione positiva o negativa che scatenano in me.

Come l'odore di casa mia,dei miei familiari e delle persone che conosco bene,l'odore dello zucchero filato,della fiera,del freddo quando nevica,della pasta fissan,di alcuni giochi di gomma della prima infanzia,l'odore di mia mamma,della nutella,il profumo del caffè che si diffonde in tutta la casa la mattina presto...

venerdì 10 agosto 2007

C'EST LA VIE


Spesso mi capita di riflettere sulle persone,sui rapporti umani,su quanto sia piccola e"insignificante"la singola vita di ogni persona e allo stesso tempo unica,irripetibile,ognuna di esse è un piccolo universo,un microcosmo fatto di altre persone,altre vite.A volte mi perdo ad osservare il flusso di gente che si riversa per le strade di Firenze,vedo centinaia di persone,di tutte le età,di tutte le estrazioni sociali,di tutte le etnie.Alcune corrono,altre sorridono,altre parlano nervosamente al cellulare,altre ancora aspettano agonizzanti alla fermata dell'autobus...e provo ad immaginare le loro vite,ed è incredibile pensare che non saprò mai come sono effettivamente,pensare a quante persone non conoscerò mai.Ma mi stupisce ancora di più accorgermi di quante persone vivano la propria quotidianità senza rendersene pienamente conto,senza prestare realmente attenzione alle persone che la popolano.
Persone che si salutano ma non si vedono,persone che si parlano ma non si ascoltano,persone che vivono insieme e parlano di cose effimere piuttosto che impegnarsi e parlare di cosa non va,di cose a cui tengono,di cose che vorrebbero.
E può continuare così per anni,generalmente nell'inconsapevole accordo di entrambi;fino a che uno dei due si sveglia dal"coma comunicativo"e scopre di non conoscere più la persona con cui vive,vede una persona estranea a quella che conosceva.Ed è normale che sia così.
Le persone cambiano,ed io credo che il cambiamento sia quasi sempre una cosa positiva.
Mi chiedo:perchè è così difficile non perdere di vista la persona che abbiamo in fianco?Perchè la cosa più complicata è comunicare con la persona con cui si vive,con cui si dorme,con cui si parla ogni giorno?

Non lo so,non me lo spiego...forse ci si abitua alla presenza della persona,alla sua voce,al tono che usa quando è arrabbiato,a cosa pensa riguardo un determinato argomento,e credendo stupidamente che sia sempre così ci"dimentichiamo"di chiederci se in qualche modo quella persona non sia cambiata,anzi è peggio,decidiamo arbitrariamente,senza nemmeno interpellare il diretto interessato,che è così,che lo è stato e perciò è ovvio che lo sarà per sempre.
Penso a tutte le cose che ognuno di noi ignora delle persone con cui condivide la vita,a tutte le cose che non vengono ascoltate,osservate,percepite,capite...
Io non voglio che la mia vita sia così è farò il possibile perchè non lo sia;ho paura della quotidianità,se non è curata diventa l'anestetico della comunicatività e delle emozioni.

Persa nei meandri dei miei pensieri e delle mie paure,concludo questo post,scusandomi per l'uso e abuso della parola"persone",ma non sapevo come altro chiamare questi strani animali.
Picture:"La famiglia"-Francisco Goya-


martedì 7 agosto 2007

I LOVE JUNK FOOD


Entro dal cancello,salgo le scale,correndo,in punta di piedi sennò mia mamma esce col fucile,cerco ansiosa il buco della serratura,c'è buio,sbaglio chiave,mi metto a scancarare in dialetto,infilo la chiave giusta,entro e richiudo.Mi dirigo in cucina,senza neanche togliermi la borsa o il cappotto,apro gli armadietti,il frigorifero,il freezer e...mangio!Tipico esempio di fame nervosa,ne soffro praticamente da sempre,per ora senza grandi danni.Ci sono dei giorni-e non sono solo"quei giorni"-in cui mangio qualsiasi cosa di malsano mi capiti a tiro,qualsiasi cosa purchè sia un trionfo di olii vegetali,grassi idrogenati,coloranti,addensanti ecc.Mi astengo da kebab e annessi,perchè mi fanno schifo più che fame,ma per il resto,credo di aver assaggiato tutte le schifezze in circolazione da quando mi sono spuntati i denti ad oggi!Quand'ero piccola io e Martina facevamo un gioco:un cucchiaino a testa,mangiavamo una cucchiaiata di qualunque cosa ci fosse in casa:nutella,impepata di cozze,latte condensato,saore,brodo,marmellata,sugo e via dicendo...uno schifo!E anche stavolta,l'ennesima,sono arrivata a casa e mi sono avventata su un vaso di yogurt alla stracciatella da un chilo;mentre mi spostavo dalla cucina al salotto i miei occhi hanno intercettato un pacco di funghi secchi e per un nanosecondo mi sono chiesta come ci starebbero con lo yogurt,il mio cervello malato ha considerato la possibilità di aprire quel pacco di funghi e svuotarlo nello yogurt alla stracciatella!!!Forse è un problema serio,forse dovrei farmi aiutare da un nutrizionista,ma in fondo,chi non soffre di fame nervosa?ora scusatemi,ho un leggero languorino,vado in giardino a cercare qualche rospo da leccare.