giovedì 16 agosto 2007

SONO UNA DONNA MUTANTE...O MUTANDE?


Ad un gran ferragosto,segue con esattezza quasi scientifica una giornata di fiacca,se non di più...questo,almeno,vale per me.Come volevasi dimostrare oggi mi sono alzata alle 16,ma non è su questo che vorrei incentrare questo post.
Sono stata svegliata con la notizia,e conseguente commissione,che sarebbe venuto il Biondo-grande amico di mio fratello,nonchè membro dei cool kids can't die- a prendere un pallone.
Ero sola,sveglia da 5 minuti,il campanello suona ed è il Biondo,vado ad aprire in mutande e canottiera,lui ride vedendo l'abbigliamento e le pieghe del cuscino sul mio viso.Non so quante volte,scesa dal letto-chiaramente in mutande-ho trovato persone note o sconosciute con facce stupite e divertite;l'elenco è lungo:amici miei,di mio fratello,di famiglia,parenti,postini,fattorini,testimoni di geova,agenti immobiliari,muratori,operai,spurgatori di pozzi neri...
E pagherei per avere una foto che immortala il momento,l'espressione dipinta sulle loro facce!La mia vicina 65enne impallidisce ogni volta che mi vede rincasare alle sei di mattina,sgrana gli occhi ogni volta che mi vede in mutande sul terrazzo,e mi fa troppo ridere!
A riguardo ho la mia teoria:sono nella mia proprietà,che sia in giardino o in casa,perchè non posso girare in deshabillè?E se qualcuno ha qualche problema che si volti dall'altra parte!!!Se lei si aggira inquietante al confine tra casa mia e sua,con quella vestaglia orribile,quello sguardo torvo e contrariato e quella ridicola pettinatura da muffin tanto meglio io posso stare sul terrazzo in mutande!

1 commento:

Anonimo ha detto...

mi mette allegria leggere il tuo blog...

bacio fango