domenica 16 settembre 2007

DAI,GIRAMI!


E' un po'di tempo che questo post sta lentamente prendendo vita nella mia testa; così, questa notte mi sono decisa a scriverlo. Mi sono messa, come di consueto, a cercare un'immagine degna,ma è stato molto più difficile di quanto pensassi. "Perchè?" direte voi, il perchè non lo so, fatto sta che sul web le immagini di Bebi Mia -ebbene si,si scrive così, italianizzato per conquistare la massa di italiani "gnurant"!- non si trovano,è quasi impossibile. Comunque sia, quand'ero piccola Babbo Natale (in cui tuttora credo ciecamente) mi ha regalato questo prodigio della tecnologia che parlava, sbatteva le palpebre, mangiava, dormiva, come una bambina vera. Io l'adoravo, da brava succube della società sessista allevatrice di perfetti adulti che si riconoscono in ruoli maschilisticamente prestabiliti; ma col senno di poi, ho avvertito la forte patina di sessismo che permea lei e molti giochi dell'epoca. "Bebi mia,l'unica bambola che ti fa sentire davvero mamma.Congratulazioni a tutte le mamme da gig", questa la frase conclusiva dello spot televisivo. Agghiacciante se si pensa che era rivolta a bambine di 6/10 anni. Non sto dicendo che lo spot avrebbe dovuto essere rivolto ai bambini maschi, perchè se il protagonista dello spot fosse stato un bambino, ora saremmo pieni di uomini adulti in psicanalisi, frustrati dall'impossibilità di essere mamme, e sarebbe un bel casino! Non si tratta di femminismo, di combattere il maschilismo con in femminismo, il punto è un altro,è il tentativo di indurre fin dall'ifanzia l'istinto materno nelle bambine,il fatto di farle identificare con un certo modello di donna,che fintanto che è esclusivamente mamma non è del tutto negativo per ovvi motivi biologici, anche se a mio parere è prematuro, ma quando si tratta di mini ferri da stiro/cucine/set per pulire la casa, la cosa si fa irritante. Perchè non si tratta più solo di una differenza biologica che viene enfatizzata troppo presto, in modo esagerato e precoce, ma si tratta dei doveri e delle aspirazioni cui una donna dovrebbe mirare secondo la società.

Le macchinine ai maschi, il dolceforno alle femmine, il pallone ai maschi, le bambole alle femmine, la lotta ai maschi, le pentoline alle femmine...normalità pilotata.

La mia Bebi Mia l'ho lanciata contro un muro in un caldo pomeriggio estivo.No,non pensate che avessi già intuito i meccanismi social-sessuali che si nascondevano sotto quella tutina rosa e quegli occhioni azzurri alla sola età di 7 anni, semplicemente era difettosa. Dopo qualche mese qualcosa nel suo cervellino elettronico si era inceppato: qualsiasi cosa facessi lei diceva sempre e solo "dai, girami" ed io non capivo come mai, la giravo, la facevo giocare, la cullavo, la nutrivo, ma niente da fare. Così la lanciai con rabbia inaudita contro il muro della cucina e andai a giocare a calcio in giardino. Con mio fratello ed i suoi amici. Per fortuna ne avevo uno. Maschio. A ricordarmi, allora inconsapevolmente per entrambi, che questi ruoli erano invenzioni e, in quanto tali, flessibili, eludibili, variabili.

E se siete in vena di revival, guardatevi questo!

6 commenti:

carpe diem ha detto...

a me bebi mia (oddio come si scrive ho sempre saputo babi mia, vabbè) non mi è mai piaciuta è inquietante!

carpe diem

TESSA-the motherfuckinprincess ha detto...

ti ricordi la mia nouvelle cuisine???
Sarà per questo che adesso ho il rifiuto di tutto ciò che comprende i lavori di casa,o sarà stata l'educazione impartitami dalla mia mammina fin da quando ero in culla???(o meglio nel box pieno di peluche???rimembri?ahahha)
ciao ciao sorellina!

Mami ha detto...

Oddio la bebi mia XXDDDD
Anche la mia a un certo punto della sua vita ha iniziato a dire sempre e solo "Dai girami".. ricordo che i miei l'avevano portata a far sistemare e mi era tornata a casa con una testa nuova.. ed era BRUTTISSIMA!! O___O'''

Anonimo ha detto...

Probabilmente la bambina della pubblicità a quest'ora è diventata mamma su ordine della Gig per salvaguardare il progetto preposto...

cippo

miwako ha detto...

HaHaHaHa!storico cippo!

Anonimo ha detto...

...Io sono la bambina della pubblicita che uscì dopo a quella che trovate su youtube...