mercoledì 19 settembre 2007

THE DREAMER


Chi mi conosce sa che i sogni che faccio sono al limite dell'assurdo.Rari i giorni in cui mi sveglio senza ricordare cos'ho sognato;mi capita in certi periodi,ed è brutto,orribile per me,mi sembra di essere stata in coma.Ultimamente i miei sogni sono agitati,movimentati,succedono un sacco di cose,ma quando mi sveglio,scordo tutto dopo qualche minuto,e per me è una cosa anomala.Forse i miei bioritmi sono un po'sconvolti,o forse come dice mia mamma "ho scambiato il giorno per la notte".E mi mancano i miei sogni,mi divertivo a pensare a quale assurdi meccanismi e sentieri il mio inconscio intraprende mentre io dormo.Non ho mai capito molto in realtà del mio alquanto criptico inconscio,anche perchè le mie nozioni di psicologia e interpretazione dei sogni risalgono alle superiori,e sono per lo più di natura Freudiana.Niente contro Freud,anzi,ma credo sinceramente fosse pazzo,un genio rivoluzionario sotto certi aspetti,ma comunque un pazzo,fissato con simbolismi fallici e invidia del pene come diagnosi a tutti i mali.
La cosa che più mi affascina è che ognuno di noi ha una personale simbologia onirica,un insieme di esperienze personali,componenti culturali,e quotidianità che sono riconducibili a simboli,segni e archetipi,secondo cui la chiave interpretativa di ogni sogno è strettamente personale.Mi sento sempre attratta dai miei sogni,dal loro significato più profondo,dal loro scopo,dalla mia simbologia personale che,come tantissime persone,non conosco.

Vi racconto un sogno che ho fatto un po'di tempo fa.
*************************************************************************
Sono nella mia stanza,sento un rumore provenire dal cortile,mi affaccio e vedo Elisa e sua mamma che passeggiano sul vialetto ghiaiato,indossano vestiti molto eleganti.Mi chiedo come mai siano vestite così(non perchè passeggino tutte tirate nel mio giardino!!!)e di colpo mi ricordo che c'è una cerimonia importante e imminente cui devo partecipare.Chiamo mia mamma in camera e le ricordo di questa cerimonia,mentre parliamo spulcio nel mio armadio alla ricerca di un abito adatto,ma niente,così lei mi dice"Vieni,andiamo a fare spese".Cambio scena,ora siamo in una specie di grande magazzino(orrore orrore,cercare un vestito da gran soireè in un grande magazzino!sono pur sempre un'aspirante stilista!)dove ovviamente non troviamo niente.A questo punto mia mamma si guarda in giro guardinga aspettando che non ci sia nessuno nei dintorni e poi mi dice:"vieni con me";io la seguo,lei apre una porta,apparentemente una di quelle porte che conducono ai depositi,riservate ai dipendenti ed entriamo.Una volta dentro,mi trovo in un enorme capannone,altissimo,il cui perimetro è costeggiato da mucchi di vestiti.all'ingresso un uomo siede su una cassetta di frutta rovesciata,ce ne sono altre 6 o 7 disposte a cerchio ed una centrale che funge da tavolino con carte da gioco sparse.Un po'intimorita,chiedo al signore a chi appartengano le altre cassette e lui mi dice"non ti preoccupare,sono le giovani marmotte"(inquietante,non ho mai letto topolino in vita mia e non capisco da dove il mio inconscio tragga certe bizzarrie).Così mi addentro in questa enorme stanza segreta,mia mamma mi cinge il braccio mentre con fare solenne mi sussurra"Tu devi sapere che...in realtà...tutti gli armadi del mondo sono comuncanti dall'interno".Dopo questa rivelazione mi conduce al mucchio di vestiti che porta al mio armadio,e mi dice di cominciare a guardare da qui visto che sono talmente disordinata che non avrei potuto in altro modo scovare i vestiti rimasti sul fondo del mio armadio.
*************************************************************************



11 commenti:

carpe diem ha detto...

fango i tuoi sogni mi fanno paura...forse dovresti stare più tranquilla e di non fare le ore troppo piccole...

Miss E..♥ ha detto...

Guarda che non è mica un sogno...non ti ricordi più l'anno scorso?!

Mami ha detto...

Beh dai... io una volta ho sognato di qualcuno che faceva i vestiti (che io mettevo) con la gente che aveva ucciso apposta per quello, e per fare i colori usava il sangue... E nelsogno era una cosa normale... T__T

Anonimo ha detto...

Sono circondato dal buio più nero, non c’è aria.
Sono solo in quel tunnel, cammino con passo veloce e sudo, sudo come un condannato a morte nel suo ultimo minuto su questa terra. Non c’è caldo, non c’è freddo e non vedo la fine di questo lungo traforo, sulle pareti diapositive che raffigurano tutte le situazioni volutamente evitate durante il giorno forse per vigliaccheria, volti da scartare, persone indesiderate, luoghi e momenti che tornano tutti in una volta con l’unico intento di darmi il tormento, di massacrarmi. Respiro l’ultimo brivido, come quando guardi negl’occhi la donna che ami, riordino le mie cose e scorgo l’ora lampeggiare sulla sveglia. Non so dire se è presto o tardi, ma rimango in quel letto sudato ancora per un po’.
Maledette notti brave prima o poi, lo so, mi ucciderete.

Miss E..♥ ha detto...

Mamma mia! Un post che fa da commento ad un altro post! Carino però...! Sarà mica opera di Lorenzo Z?

miwako ha detto...

@anonimo:Se questo è un tuo sogno,benvenuto nella cerchia di quelli che fanno sogni inspiegabili e apparentemente senza senso,bel compost(commento+post),palesati!

DESMOLORENZ ha detto...

E' sempre cosi! Quando qualcuno combina qualcosa e non si sa chi è stato, va a finire che salta fuori il mio nome. Come quando andavo a scula!
Mi dispiace deluderti miss e ma stavota hai fatto un buco nell'acqua. Ma secondo te mi sono creato questo fichissimo account per poi scrivere con l'anonimo?!?
Cosa vuoi... ormai ci sono abituato questo è il prezzo da pagare quando si è "belli e maledetti"....... hahahahahahahahahahahahahaha!!!!!
Carina questa, se la raccontavo a LA SAI L'ULTIMA facevo scoppiare l'applausometro.
Pace, fiori e Cicciolina, alla prossima.

Lorenzo Z.

Miss E.. ha detto...

@ desmolorenz: beh, anche ai migliori capita di sbagliare! Ma perchè non ti fai anche tu un blog?

DESMOLORENZ ha detto...

@miss e: Questo genere di cose non mi riesce bene, senza contare ke per avere un blog bisogna anche sapere un po' scrivere.... altrimenti come puoi trasmettere le tue sensazioni alle persone? Preferisco commentare quello che dicono gl'altri, è meno impegnativo!
Ora ti saluto, ma prima ti voglio dire l'ultima cosa: non avercela così tanto con noi maschietti, solo perchè fin ora hai trovato persone poco affidabili non vul dire che siamo tutti così, no? E si ho fatto un giretto anche nel tuo blog.
Pace, fiori e Cicciolina, alla prossima.

Lorenzo Z.

PS: Ciao Francesca, devo essere sincero..... sulla tua Panda 1000 fire sei la ragazza + fashion di Porto Viro.

miwako ha detto...

@Lorenzo:hai visto la mia Pandina?non è un amore?e poi diciamolo,la Panda è insostituibile,su quale altra macchina sarei così fashion!

Miss E.. ha detto...

@ desmolorenz: beh, non credo che tutti i peggiori siano capitati a me...ho i miei buoni motivi per aver perso la fiducia nel genere maschile, credimi!
PS: la Panda 1000 FIRE è la mia! hai sbagliato Panda tu!