domenica 24 febbraio 2008

LEGAMI


Cosa ci lega alle persone?A volte è un legame di sangue,una lunga amicizia,o la condivisione di qualcosa,altre volte è l'amore,il ritrovarsi vicini in situazioni simili,le esperienze,i sentimenti più diversi,e un milione di altri motivi.Quello che mi stupisce è la percezione che ognuno di noi ha di queste cose,il fatto che chiunque di noi rimane ancorato al proprio passato,legato al filo rosso del destino che ha portato le persone nella nostra vita,indipendentemente dalla piega che le rispettive vite possono prendere.Le persone che io considero importanti nella mia vita,che reputo amiche,che mi fanno sentire a casa,di cui so di potermi fidare,che cerco nei momenti bui come in quelli felici,sono per la maggior parte qui,in quel luogo che ora è casa mia.Ma la mia vita quotidiana,è lontano da queste persone,la mia quotidianità non comprende queste persone,come io non faccio parte della loro,il mio vivere è lontano da qui,dove sono impegnata in mille cose che non condivido con queste persone.E allora cos'è che mi tiene legata a loro,cos'è che permette al mio pensiero di correre a loro ogni volta che mi succede qualcosa,cos'è quel groviglio di legami inestricabili che fà si che una persona consideri un'altra persona una grande amica anche se non la sente da mesi?Mi accorgo che ciò che mi lega a queste persone,non è reale,non è qualcosa che si nutre del mio quotidiano,che ha continuamente la possibilità di alimentarsi di gesti,parole,senzazioni,è qualcosa che,una volta nato ed instaurato,vive di luce quasi propria.Posso non vedere Alo per due mesi,ma quando la vedo,non mi serve tempo per ristabilire un certo livello di confidenza,il feeling è immediato,la sento vicina come ai tempi delle superiori,quando ogni giorno condividevamo il banco e molto altro,e alla fine di una serata qualsiasi mi dice"Sai,ho sempre pensato che tu fossi la mia anima gemella,e continuerò a pensarlo per sempre",e in questi momenti penso:"ecco com'è possibile che io la consideri sempre una parte importante della mia vita,ecco di cosa si nutrono quei legami indissolubili che non necessitano di altro se non di sentire una vicinanza che va oltre la distanza fisica
.E' una cosa che considero a dir poco straordinaria,la capacità del tutto trascendentale di alcuni rapporti di sopravvivere a tutto e di auto-rigenerarsi,in continuazione; il solo sapere che ci sono persone così fondamentali per me,che non importa a quanti chilometri si trovino da me,non importa quante volte le senta in una settimana,non importa se le vedo una volta al mese,non importa se non condivido con loro la mia vita quotidiana,niente ha importanza se non quello che sono per me,quello che abbiamo costruito.E questo per me è un piccolo miracolo.

4 commenti:

carpe diem ha detto...

ci lega un sentimento forte, ci lega l'amicizia, ci lega quel giardino che nessuno puo' toccare.

carpe diem...

DESMOLORENZ ha detto...

I sentimenti si nutrono di noi e finiscono per consumarci un poco alla volta. E' per questo che invecchiamo ed è sempre per questo motivo che esiste la morte. Senza i sentimenti l'uomo sarebbe un essere eterno, ma di sicuro vivrebbe in un mondo ancora più schifoso di questo, anche se sembra impossibile il solo poterlo immaginare.

Miss E.. ha detto...

:'( commossa...mi manchi...

supersara ha detto...

bellissimo post e molto dolce!

nulla da aggiungere, hai già detto tutto:D

ciao