lunedì 31 marzo 2008

CHE FINE HA FATTO MARISA LAURITO???


...Questo pensiero mi tiene sveglia ogni notte...

venerdì 21 marzo 2008

DI "MIA MAMMA" CE N'E' UNA SOLA


Oggi compie gli anni una persona speciale,una persona a cui sono legata in modo indissolubile,la persona che mi ha dato la vita,il mio punto di riferimento.Quindi questo è per te,che sei una lettrice silenziosa di questo blog,e che lasci,ogni tanto,qualche impercettibile traccia del tuo passaggio,con la consapevolezza che sono l'unica a poterne decifrare i segni.
Sei stata e sei una mamma straordinaria,nel vero senso della parola,sopra dall'ordinario,fuori dal comune,e non solo come mamma ma come persona.Hai saputo darmi tutto e anche di più.Ho mille ricordi di quand'ero piccola,così incredibilmente dolci e perfetti che non riesco nemmeno a descriverli,ricordo le torte di comlpleanno sempre di forme strane e diverse,le feste di carnevale,le merende in giardino,i Natali da sogno in cui tutto era orchestrato da te perchè fossero incantevoli,è per questo che amo così tanto il natale,sai?
Ricordo i pomeriggi invernali con la pasta di sale,il libro "cosa fare quando piove",i viaggi in macchina a giocare a "catena visiva",ricordo la sera in cui mi spiegasti cos'è il ciclo,ricordo i periodi un po'burrascosi delle medie,dei primi anni delle superiori in cui tu comunque,nonostante tutto mi hai guidata silenziosamente lasciandomi la possibilità,la libertà di scegliere,sbagliare,crescere;e poi c'è stato un momento imprecisato in cui sono maturata,ho capito tante cose e mi sono sentita di colpo vicina a te,come non mai,ed è nata una complicità inossidabile.Per questo,e per molto molto altro ti ringrazio;per essere la madre e la persona stupenda che sei,per il tuo senso dell'umorismo,per il tuo apparente(e divertentissimo)cinismo,per essere così unica e incredibile.Buon compleanno mamma,ti voglio bene.

domenica 9 marzo 2008

8 MARZO

Questo post è per tutti quegli idioti che pensano che la festa della donna sia una festa commerciale,che ignorano che è stata istituita in onore della lotta femminile per l'ottenimento della parità sociale.So che il senso della festa della donna è stato,negli anni,stravolto,a volte dimenticato,per qualcuno(o forse più di qualcuno) anche sconosciuto,ma da donna quale sono(e mancata femminista brucia-reggiseni-in-piazza),è una festa a cui tengo. Nel 1908 furono 15.000 le donne che marciarono per il miglioramento delle condizioni di lavoro e l'ottenimento del diritto al voto.La festa della donna fu istituita nel 1910,e dal 1912 vuole ricordare anche la triste giornata in cui persero la vita 148 persone,in maggioranza donne.
Era Il pomeriggio del 25 marzo 1911, un incendio che iniziò all'ottavo piano di una nota fabbrica di tessili inglese uccise 148 operai.Si trattava soprattutto di giovani donne italiane o ebree dell’Europa orientale.I proprietari della fabbrica, Max Blanck e Isaac Harris, che al momento dell'incendio si trovavano al decimo piano e tenevano chiuse a chiave le operaie per paura che rubassero o facessero troppe pause, si misero in salvo e lasciarono morire le donne. Il processo li assolse e l’assicurazione rese loro 445 dollari per ogni operaia morta: il risarcimento alle famiglie fu di 75 dollari.
Ad oggi,nonostante i progressi fatti in ambito,permangono significative,nonchè gravissime, discriminazioni sessuali,difficoltà di carriera,di accesso a mansioni dirigenziali,e una vergognosissima disparità di stipendio a parità di mansione del 15% in meno.Ai colloqui di lavoro qualcuno chiede ancora "ha intenzione di avere figli?",nonostante la legge lo proibisca;uomini politici si mettono a legiferare sull'aborto,sulla fecondazione assistita,sulla violenza sulle donne facendo solo dei gran casini (ricordo una VERGOGNOSA e spregevole sentenza:se indossa i jeans non è stupro). Per non parlare della supposta supremazia maschile,di cui certi esseri indegni di vita si fanno portavoce,abusando,picchiando e troppo spesso uccidendo le donne.E non siamo nel '68,ma nel 2008.E' ancora molta la strada da fare,c'è ancora bisogno della festa della donna.

Auguri a tutte le donne.