venerdì 30 maggio 2008

WHERE DO I GO,NOBODY KNOWS


Perdersi, perdere le chiavi, perdere qualcuno, perdere la strada,perdersi in un bicchier d'acqua, perdere dei soldi, perdere la fiducia, perdere le parole,perdere la faccia,perdere le staffe,perdere i capelli, perdere al gioco,perdere e basta.Quanti sono i significati di questa parola? Quante volte l'ho usata nella mia vita? Credo troppe, e se ci sono cose come le chiavi, le staffe, i soldi che si possono ritrovare, ce ne sono altre come i capelli,le parole,le persone che è impossibile ritrovare.

Ci sono momenti in cui, se ti perdi, va a finire che scopri sentieri inaspettati, che sbucano su strade che non avevi mai nemmeno considerato; ma ci sono altre volte in cui se ti perdi rimani inchiodata li,senza sapere dove sei,come hai fatto a finire in questo posto sconosciuto, senza sapere come fare a tornare indietro, a trovare la strada che ti porti sulla retta via, senza riuscire ad orientarti.
Ma poi, che cos'è questa retta via? C'è una strada giusta ed una sbagliata? Forse no,ma sicuramente ci sono strade migliori,che ti portano li,dove volevi andare da una vita,o comunque in un posto che anche se lontano dal punto di partenza e da ciò che immaginavi,è un posto in cui ti senti felice,felice delle tue scelte,della tua vita.E poi ci sono strade peggiori,che conducono in posti in cui non saresti mai voluto andare,in cui non vorresti essere,e da cui è difficile ritornare.

Quand'è che ti rendi conto di aver sbagliato strada? Probabilmente il percorso e disseminato di segnali,a volte sono piccolissimi,scritti su di un pezzo di legno piantato al suolo e magari nascosti da qualche cespuglio,altre volte sono cartelloni enormi,colorati e lampeggianti che è impossibile non vedere. Eppure basta così poco per perdersi. E quando te ne rendi conto è troppo tardi,e tutti quei segnali che fino a poco prima ignoravi sono improvvisamente spariti,e vorresti solo tornare indietro,o magari andare avanti,vorresti solo aver prestato più attenzione.

A quel punto non resta che iniziare a camminare in mezzo ad un bosco sconosciuto e di cui molto probabilmente non hai la cartina,incespicando tra le ortiche,ferendoti tra i rovi,cadendo se necessario in qualche buca non segnalata,a volte fermandoti a piangere,ma cercando comunque di farti forza,di non perderti d'animo,e magari un giorno a distanza di mesi o forse anni,questo dipende da te,uscirai da quel bosco,dolente e un po'provato,e troverai un piccolo sentiero sterrato,pian piano ricompariranno anche i segnali e penserai che la prima cosa che farai una volta raggiunta la civiltà sarà comprare un tom-tom.


4 commenti:

Mark Von Manten ha detto...

A me piace perdermi! In un paio di begli occhi o a Venezia se non ho nulla da fare.. Quando son perso sto da dio,giuro. Quando mi ritrovo sto medio, ed è piuttosto noioso..

carpe diem ha detto...

quante volte ho perso qualcosa tra la mia sbadataggine, e quante volte mi sono sentita persa, è una sensazione bruttissima...

carpe diem...

Anonimo ha detto...

Hi! This is kinԁ of off topiс but
Ι need somе guidance frοm an establisheԁ blog.

Іѕ it dіfficult to ѕet up
your оwn blοg? I'm not very techincal but I can figure things out pretty quick. I'm thinking about making my own but I'm not sure where to begin. Do you have any points or suggestions? Thanks

Also visit my web site - iphone 5 cases bumper

Anonimo ha detto...

Hello, all is going perfectly here and ofcourse every one
is sharing data, that's in fact fine, keep up writing.

Have a look at my page: best iphone 5 cases