martedì 27 gennaio 2009

LA ZARINA


La mia faccia dopo otto ore in piedi davanti alla cassa a battere scontrini. Devo solo farci l'abitudine e pregare Dio di non arrivare mai a sera con dei soldi mancanti in cassa. Mi consola che: A) si tratta di un mese, full time, ma pur sempre un mese; B) definirei lo stipendio alto, e il fatto che tutti quei soldi andranno a finire illibati nel fondo erasmus, mi rende immensamente felice; C) Se in futuro mi ricapiterà di lavorare come cassiera per racimolare qualcosa ( dal mio punto di vista, cioè dietro al bancone a fissare un terminale e battere scontrini, commessa e cassiera sono due mansioni differenti), non sarò del tutto digiuna a quel coso con tanti tasti e i pulsanti colorati; D) sembra incredibile, ma la forza propulsiva che dà alla mia voglia di studiare è moltissima. Cioè, non che io ora riesca a studiare, quasi niente per il tempo che mi rimane, ma stando a contatto con questo tipo di lavoro, penso tra me e me :" Farò il possibile perchè questo non sia il mio lavoro", che tradotto significa che ogni santo giorno questa distanza paradossale tra ciò che sto facendo ora e ciò che vorrei per il mio futuro, mi ricorderà ciò che voglio davvero. Mi impegnerò a fondo per raggiungere i miei obiettivi, trovare la mia strada, avere un lavoro che mi stimoli e mi soddisfi.
Detto ciò me ne vado a dormire, magari domattina, dopo qualche ora di sonno, non sembrerò più Bud Spencer... spero...

mercoledì 7 gennaio 2009

IS THIS "THE YEAR"?


L'anno nuovo è iniziato da una settimana, ed io sono già in ritardo. Per pagare l'affitto, per preparare gli esami... Non farò propositi per questo anno nuovo, niente "voglio iscrivermi in palestra" , o " voglio studiare con costanza", "7 chili in 7 giorni", no. Solo un pensiero. Questo è un anno di preparazione, un anno di miglioramento, un anno di studio motivato, apprendimento, dedizione, ricerca, di sè, di ciò che voglio, della mia strada. Quest'anno, come ormai sarà ben noto a chi mi conosce o mi legge, voglio andare in erasmus. E voglio arrivarci pronta, per quanto possibile; ho voglia di fare, di mettermi alla prova, di studiare e misurarmi con nuove situazioni, di partire. Non so se sarà l'anno dell'ariete, ma farò in modo che sia il mio. Ritorno a studiare. Buon anno a tutti, anche se un po'in ritardo, e speriamo lo sia davvero.