sabato 23 gennaio 2010

WHAT AM I SUPPOSED TO SAY???


Primo post dalla Fredda terra del Baltico... avrei miliardi di cose da dire, miliardi...ma non so da dove iniziare. E' tutto così nuovo e diverso qui, dalle persone alle abitudini ai luoghi, non sembra la realtà, piuttosto un mondo egocentrico in cui ci sono io e la vita in Filnandia; e questa sensazione è amplificata dal fatto che non vedo un tg da tre settimane e non ho realmente il tempo di informarmi, perciò non so niente di ciò che sta accadedo nel mondo. Devo iniziare ad organizzare meglio il tempo qui, le giornate scorrono veloci, tutto inizia troppo presto per me, mi sento sempre "indietro". Non so, devo cercare le parole, non vengono da sè come un tempo, perciò mi scuso, tutto questo pensare e parlare in inglese mi ha fritto il cervello! Partiamo da un breve ma intenso resumè delle ultime tre settimane: Volo Venezia- Stoccolma, l'arrivo non è stato dei migliori, le peggiori sventure hanno afflitto me e il brother, la fotocamera è partita dopo sole tre foto a causa del freddo, mi è venuta la cistite e sono dovuta andare in un centro medico, ho scordato a casa praticamente tutto ciò che non dovevo assolutamente dimenticare a casa... Il primo impatto è stato shockante, -17, vento e neve, senza dimenticare gli 87kg di valigie al seguito! Stoccolma è bellissima, ho visto pochissimo a causa delle mille sventure e dei pochi giorni a disposizione, ma conto di tornarci, davvero bella. Volo Stoccolma - Helsinki: arrivo verso le 5, buio pesto, -15 e vento incredibile; uno dei miei tutor, Pyry, ci aspettava all'aereoporto, esco dal gate e vedo un ragazzo biondo non molto alto che regge un caffè in una mano e una busta col mio nome nell'altra, è stato divertente, qulacuno che mi aspetta all'aeroporto col mio nome scritto su un foglio ^_^ ! I primi giorni sono stati di assestamento, primo tour guidato all'università, travel card per i trasporti pubblici, immancabile tour dell'ikea per comprare coperte e simili, prime passeggiate a bocca aperta nel centro di Helsinki, primi festini erasmus e uscite di gruppo. Ho conosciuto tantissime persone, veramente tante, da tutto il mondo, è davvero eccitante! Vivo in un edificio di proprietà dell'HOAS, una società che affitta appartamenti a studenti, a 5 minuti dal centro, in un quartiere chiamato Pasila, ci sono due stabili l'uno vicino all'altro, 8 piani, solo studenti erasmus, non è molto realistica come idea di vita quotidiana! C'è sempre qualcuno che organizza un festino, un party, un meeting, qualsiasi cosa vi venga in mente qui avviene almeno una volta a settimana!!! In ascensore ho conosciuto un sacco di gente, è un ottimo posto per fare amicizia! Per il resto inizio ad essere piena di questa vita erasmus, non fraintendetemi, mi piace, è interessante, stimolante e divertente, ma sono ansiosa di conoscere la vera Finlandia, i Finlandesi, le loro abitudini e, perchè no, anche la lingua! E' difficile da spiegare, ma quando ti trovi in un locale con tutti gli studenti erasmus di Helsinki, non sembra reale, trovarsi in uno dei cuori pulsanti della Finlandia e dei finlandesi nemmeno l'ombra, ho bisogno di una bagno nella vera vita Finnica! Per ora è abbastanza, qui sono "già" le 10, i festini sono iniziati da almeno due ore ed è tempo di uscire. Mi scuso ancora per il post sconclusionato, ma sto perdendo ogni cognizione logico-grammaticale dell'italiano a forza di stare qui, il mio inglese migliora in maniera direttamente proporzionale al peggioramento del mio italiano! spero di aggiornare presto il blog!
a frozen goodbye to everyone!!!

2 commenti:

Anonimo ha detto...

ti seguo :)

carpe diem ha detto...

bella la foto c'è un cielo particolare fango,qui va tutto bene e ieri ha pure nevicato.
aspetto un tuo aggiornamento per mail o per post!
e buoni festini!!!