venerdì 3 settembre 2010

PENS(O-R)ANDO(M)


Ho voglia di scrivere. Non ho un soggetto ma le dita fremono dalla voglia di giocherellare con la tastiera, se ci siete battete un colpo. Le mie personali previsioni per oggi prevedono temporali in giornata, visite inaspettate, qualche caffè di troppo e un post sconclusionato. Penso ai bambini delle elementari, che invece di fare le ricerche scolastiche in biblioteca prendono il palmare e "copincollano" da internet; penso che i malati di AIDS al mondo sono più di 33milioni e in Italia non si fornisce ai giovani un'informazione adeguata, penso che sogno l'America per vedere i preservativi distribuiti nelle scuole; penso che non ho ancora letto "Chiedi alla polvere" ma che è davvero un bel titolo; penso che i miei muffin abbiano un potenziale di miglioramento particolarmente alto, visto che per ora la loro unica potenza è quella di arma impropria a causa della curiosa "marmoreità" che li contraddistinuge; penso che mi piacerebbe rivedere alcune persone che non vedo da secoli; penso che mi piacciono le tazze grandi, in cui ci sta un ettolitro di caffè, dove mettere dentro il naso per sentirne il profumo; penso che il 17 maggio è la giornata mondiale contro l'omofobia e pochi lo sanno; penso che vorrei un paio di stivali da pioggia; penso che è ora di ritinteggiare, niente verde acido però; penso che la cioccolata è così buona che non può che essere demoniaca; penso che vorrei ristudiarmi la mitologia greca e la filosofia; penso che i pregiudizi siano una delle poche cose che davvero odio a questo mondo; penso che non mi piacciono gli elenchi ingredienti criptici; penso che le cose che amo e so fare sono fondamentalmente abbastanza inutili; penso che mi affascinano le gabbie per uccelli con lo sportellino aperto; penso che tutto ciò per cui vale la pena vivere sia molto più semplice e raggiungibile di ciò che ci affanniamo ad inseguire; penso che sono naive; penso che a volte mi sembra di sentire tutto il dolore del mondo; penso che vorrei piangere; penso che sono fortunata; penso che dovrei mangiare sano; penso che sia questione di punti di vista; penso che ci sia una distinzione universale tra bene e male, a prescindere da tutto, forse non da tutti; penso che dovrei andare a dormire.

2 commenti:

carpe diem ha detto...

mi hai dato da pensare ...
e penso che io sono una di quelle persone che hanno pregiudizi mi odi allora fango?!

va a letto forse è meglio...

miwako ha detto...

Ma no che non ti odio fango, come fai anche solo a pensarlo? Tutti abbiamo pregiudizi, io inclusa. Odio i pregiudizi, non le persone. E poiè una cosa positiva il fatto che tu sappia di averli, significa che pensi, rifletti, e magari se ne avrai l'opportunità cambierai idea. p.s. mi è arrivata la ricetta della torta di carote, ti farò sapere quando proverò a farla, grazie mille! ^_^