mercoledì 26 gennaio 2011

MENS SANA IN CORPORE SANO ... O FORSE NO!

Sono riuscita ad adempiere al mio proposito di mangiare sano per circa 12 ore. Poi, una volta giunta a Firenze e aperta la valigia, ho trovato una sorpresina della Matrona a cui proprio non ho saputo resistere. E i buoni propositi se ne sono andati a puttane con la stessa velocità con cui un colibrì sbatte le ali. Ma ne è valsa la pena, lo sapete di cosa sto parlando? Trattasi di paradisiaci biscotti, celestiali agglomerati di farina di frumento e avena del diametro di un sottobicchiere, squisiti medaglioni a pois che, quando li mordi, hanno la stessa consistenza dei peccati più goduriosi. Sono infarciti con cioccolato bianco, uva passa e ribes, e dall'alto della mia pluriennale esperienza come divoratrice di schifezze di ogni sorta, posso dirvi che rientrano a pieno titolo nella classifica "I dieci cibi di cui vorresti morire intossicato"!  A produrli è un marchio olandese di nome Merba di cui non so praticamente niente, se non che producono dei cookies da orgasmo culinario e che voglio sposare l'inventore di questa ricetta! Ora mi chiedo di nuovo " era davvero il caso dopo sole 12 ore di astinenza da grassi idrogenati e calorie a sufficienza per sfamare buona parte del Sud Africa?" " Si, era maledettamente il caso". Grazie Mà.

3 commenti:

carpe diem ha detto...

piacciono pure a me i biscotti fango,pero' cerco di mangiare sano.
dai un0ì'occhiata al mio blog

Anonimo ha detto...

kikkiona!

miwako ha detto...

@carpe diem: anch'io ci provo ma poi le schifezze vengono a dormire nella mia bocca mentre sono distratta!
@anonimo: Firmati la prossima volta, maleducata, tanto so chi sei...regina delle kikkione!